Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Draghi rispolvera il bazooka

Nuovo taglio dei tassi o nuovo programma di acquisto bond: come la Fed, anche la Bce è pronta ad agire. 

di Redazione |

Anche la Bce, come la Fed, è pronta ad agire in caso di necessità per sostenere l’economia dell’eurozona. E’ quanto emerge dai verbali della riunione del board di giugno, diffusi oggi. La banca centrale europea conferma dunque una linea accomodante in termini di politica economica. 

In particolare, la Bce annuncia che prenderà in considerazione l'iniezione di nuovi incentivi nell'economia dell'eurozona attraverso tagli dei tassi d'interesse o il rilancio di un programma di acquisto di bond da 2,6 trilioni di euro.

I banchieri europei sono infatti preoccupati per le incertezze a livello globale, soprattutto la guerra Cina-Usa sui dazi e la Brexit, e per la debolezza dell’inflazione, e sono pronti a ricorrere a ulteriori aiuti per puntellare la ripresa. Nell’immediato, infatti, la Bce non vede né un migliormento del ciclo economico né un aumento dell’inflazione. Anzi. All'orizzonte ci sono crescenti rischi di un peggioramento su entrambi i fronti.