Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Passera porta in Borsa Illimity

L'ex numero uno di Intesa Sanpaolo e Poste Italiane torna alla finanza con una nuova banca molto innovativa.

di Redazione |

Illimity è il nome della nuova banca guidata da Corrado Passera che sta per debuttare sul mercato principale MTA di piazza Affari. La quotazione è prevista per martedì 5 marzo, mentre il giorno successivo l’ex numero uno di Intesa Sanpaolo e di Poste Italiane incontrerà la stampa nella nuova sede milanese dell’istituto, a due passi dalla stazione Centrale, per illustrare conti e piano industriale.

Nati in tempi brevissimi, Illimity è già operativa su tutti i principali prodotti e servizi per le imprese ma l’offerta sarà ampliata nel corso dell’anno. Tre, in particolare, le aree su cui si concentrerà: consulenza alle imprese in difficoltà, acquisizione di corporate Npl (non performing loan) e banca digitale per i privati.  

Diciamo subito che Illimity sarà una banca molto particolare. D’altronde, con un manager come Passera alla guida, nessuno si sarebbe aspettato un istituto di credito come tutti gli altri. Intanto non ci sono sportelli. I quattro piani dell’edificio sono stati ristrutturati all’insegna della trasparenza, niente muri che delimitano gli uffici ma solo vetri e, grazie a una scalinata interna che forma un grande buco rettangolare al centro, chiunque si affacci può vedere cosa accade sugli altri piani.  

Illimity vuole mettersi soprattutto al servizio delle piccole e medie imprese e in particolare andare incontro alle esigenze di quelle che hanno difficoltà ad accedere ai finanziamenti, una situazione sempre più frequente considerando la fase recessiva in cui si è avviata la nostra economia e la fine del Qe da parte della Bce che rende meno liquido il sistema. Illimity intende occuparsi proprio di quelle aziende che il sistema bancario ha già bollato come unlikely to pay (i cosiddetti Utp), ossia quelle che trovandosi in difficoltà probabilmente non riusciranno a rimborsare i prestiti ottenuti. Nella nuova banca di Passera queste imprese potranno trovare una consulenza non solo finanziaria ma anche industriale in grado di aiutarle a sanare i conti e ritornare alla crescita.

Per gestire al meglio questa attività, Illimity non si affiderà solo a esperti di finanza. La banca ha imbarcato una quarantina di giovani data scientist incaricati di elaborare e analizzare i dati raccolti ricorrendo a algoritmi e all’intelligenza artificiale, in modo da avere un quadro più completo entro il quale decidere e muoversi. Stesso criterio guiderà anche l’acquisizione da altre banche di corporate non perfoming loan. L’obiettivo in questo caso sarà comprare Npl con lo sconto più elevato possibile e poi valorizzare al massimo gli asset sottostanti il credito in modo da recuperare tutto il recuperabile.

Illimity si rivolgerà infine anche ai privati, attraverso la classica attività di banca digitale diretta. A giugno saranno disponibili i servizi per famiglie e imprese. L’obiettivo è arrivare a una raccolta di 7 miliardi di euro nel 2023, come ha dichiarato Passera in un'intervista a Il Foglio, e almeno 200 mila clienti. I quali, utilizzando i servizi bancari di Illimity avranno anche la possibilità di finanziare le piccole e medie imprese in difficoltà, dando così una mano all’economia italiana.

La nuova avventura finanziaria di Corrado Passera - un manager che ha avuto anche un passato in politica come ministro per lo sviluppo economico nel governo Monti - è iniziata poco più di un anno fa, a inizio gennaio 2018, con il varo di SPAXS, la prima spac imprenditoriale italiana, cioè un veicolo che nasce per raccogliere capitali sul mercato attraverso la quotazione in Borsa. A gennaio Passera presenta l’operazione alla City di Londra, dove è conosciuto e molto apprezzato. Riesce a raccogliere una cifra superiore ai 600 milioni di euro necessari per il collocamento istituzionale della società sull’AIM Italia e decide quindi di annullare la presentazione negli States.

Trovati i capitali per partire, occorre cercare una banca. Il modo più semplice per avviare un’attività bancaria è infatti acquistare un istituto di credito già operativo. L’attenzione si pone allora su Banca Interprovinciale, un piccolo istituto con sede a Modena, un territorio vitale e dal tessuto produttivo molto ricco. L’operazione va in porto in breve tempo. A novembre le due società approvano l’operazione di fusione e a dicembre arriva anche il via libera di Banca d’Italia. Con l’ok della Consob al prospetto informativo della fusione, la banca può partire.

In base al prospetto, la fusione per incorporazione della controllante SPAXS in Banca Interprovinciale avrà efficacia il 5 marzo 2019 e in seguito Banca Interprovinciale assumerà la denominazione Illimity Bank e inizierà, nella stessa giornata, le negoziazioni delle azioni ordinarie sull’MTA con contestuale esclusione dalla negoziazione sull’AIM delle azioni ordinarie di SPAXS.