Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Crolla l'utile. H&M taglia i prezzi

Il retailer ha in magazzino 4 miliardi di abiti invenduti. Giù il titolo in borsa. 

di Redazione |

Il periodo natalizio e i saldi invernali non sono riusciti a dare slancio alle vendite di H&M, secondo maggiore retailer di abbigliamento, alle spalle solo della spagnola Inditex. Il gruppo svedese ha archiviato il primo trimestre (1 dicembre-28 febbraio) dell’esercizio fiscale 2018 con una flessione dell’utile lordo di oltre il 60 per cento, peggior risultato degli ultimi 16 anni, sceso a 1,26 miliardi di corone svedesi, leggermente al di sotto della previsione degli analisti riportata da Reuters di 1,29 miliardi.

Il gruppo ha anche rivelato che è aumentato l’invenduto: +7 per cento rispetto a un anno prima, per un valore di 35 miliardi di corone svedesi, pari a 4 miliardi di euro. Con una montagna di abiti da smaltire nei magazzini, H&M ha annunciato una riduzione dei prezzi nel secondo trimestre dell’anno, periodo solitamente inusuale per i ribassi.

Le vendite hanno travolto il titolo, che alla borsa di Stoccolma segna una flessione di quasi il 7 per cento a 119 corone, rafforzando il trend ribassista degli ultimi 12 mesi: un anno fa il titolo valeva quasi il doppio, 234 corone.

Dietro a dati così deludenti, spiega la società, ci sono anche le bizzarrie atmosferiche con temperature miti a inizio anno nel periodo dei saldi invernali e un intensificarsi del freddo nei mesi successivi quando era il momento di passare alla vendita dei capi primaverili.

Le difficoltà per il gruppo non sono però una novità. Anche il precedente trimestre aveva visto utili in ribasso. Il gruppo vede un 2018 ancora fiacco per le vendite che dovrebbero invece risollevarsi nel 2019 grazie anche alla crescita dell’e-commerce e all’ingresso in nuovi mercati, tra cui l’India. Continua infatti il piano di aperture, 220 in programma quest’anno, la maggior parte a insegna H&M ma anche con i brand Cos, Monki e & Other Stories che vanno a diversificare l'offerta del gruppo.