Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Tod's, 2017 in linea con le attese

Buona generazione di cassa e ritorno a una posizione finanziaria positiva. Ma ricavi e utile in lieve flessione. 

di Redazione |

Il 2017 è stato, come nelle previsioni, un anno di transizione per il gruppo Tod’s. La società marchigiana di calzature, accessori e abbigliamento di lusso a cui fanno capo i marchi Tod’s, Hogan, Fay e Roger Vivier, ha chiuso lo scorso esercizio con ricavi pari a 963,3 milioni (973,4 milioni a cambi costanti) in calo del 4,1 per cento rispetto all’anno precedente, a fronte di un utile in calo da 86 a 71 milioni che consentirà comunque di proporre all'assemblea dei soci la distribuzione di un dividendo di 1,40 euro per azione con un pay-out invariato rispetto al 2016 attorno al 65 per cento. 

Il 2017 è stato caratterizzato soprattutto da una buona generazione di cassa e dal ritorno a una posizione finanziaria netta positiva, sottolinea il gruppo.

I risultati «sono stati in linea con le nostre attese. Nell’esercizio il Gruppo è tornato ad avere una posizione finanziaria netta positiva, considerando anche l’acquisto del marchio Roger Vivier, grazie ad una buona generazione di cassa, derivante dall’efficace gestione del capitale circolante netto e dal controllo della struttura dei costi. Per questi motivi – spiega in una nota Diego Della Valle, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo - abbiamo proposto di confermare lo stesso pay-out dell’anno scorso, che si colloca tra i più alti del settore».

Buone notizie arrivano anche dal fronte organizzativo. «La squadra dei nuovi manager è pressoché completa ed è già al lavoro da alcuni mesi. Tutti siamo concentrati nella realizzazione del piano strategico ed industriale presentato durante l’Investor Day di novembre, che auspichiamo – ha aggiunto Della Valle - potrà dare risultati nel prossimo futuro».

Soddisfazione viene inoltre espressa per le nuove collezioni. «Molto buono è il feedback raccolto da tutti i marchi durante la presentazione delle collezioni del prossimo Autunno/Inverno; apprezzata particolarmente la forte evoluzione creativa nell’interpretare i prodotti iconici del gruppo. Ogni marchio – ha precisato il Presidente del gruppo Tod’s - sta seguendo la propria strategia, privilegiando su tutto lo sviluppo futuro e gli investimenti necessari per ottenere i risultati pianificati. Siamo sempre più convinti che sia corretto il nostro modello di business di presentare più di due collezioni all’anno e di preparare capsule collections e limited editions, supportate da una adeguata comunicazione digitale».

E proprio sul digitale il gruppo ha deciso di puntare in maniera decisa. «Ci stiamo attrezzando con velocità e convinzione per avere in tutto il mondo strutture di marketing e di PR digitali forti e adeguate. Sempre più importante – sottolinea Della Valle - è il canale di vendita dell’e-commerce, nel quale stiamo investendo molto e che sta dando ottimi risultati, crescendo a doppia cifra. Il modello di sviluppo dei DOS segue i cambiamenti in corso nel gruppo, realizzando sia flagship stores speciali, fatti da artisti e architetti diversi, sia pop-up stores, che vengono portati in giro per il mondo, per dare sempre più notorietà al marchio, oltre che essere un ottimo strumento di vendita».