Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Michelin sfonda nelle suole tecniche

Per lo sport, la sicurezza sul lavoro o il tempo libero: oltre 60 brand di punta si sono già affidati al gruppo dei pneumatici per le loro calzature. 

di Redazione |

«From tyres to soles» è la filosofia alla base del progetto nato nel 2014, che ha visto l’entrata di Michelin nel settore delle suole per calzature ad alte prestazioni: dall’outdoor alla sicurezza sul lavoro, dal lifestyle allo sport.

In meno di 4 anni Michelin è stata scelta da oltre 60 aziende leader di settore come Under Armour, Columbia, Salewa, Garmont, Nordica, Etnies, Everlast, Mizuno, Shimano, e altre ancora. Con loro ha sviluppato più di 300 progetti studiando e realizzando suole ad hoc per ogni specifica richiesta, in oltre 10 differenti segmenti di mercato: Motorsport, Outdoor, Active Sport, Winter Sport, Indoor Sport, Running, Trend Sport, Nature Sport Water Sport e Work & Safety.

Traendo ispirazione dall’esperienza e dalla ricerca che da 250 anni accompagna l’attività tradizionale negli pneumatici ad alte prestazioni, il gruppo si è guadagnato in pochi anni un ruolo da protagonista nelle suole tecniche. Il punto di partenza è molto semplice: così come esiste uno pneumatico specifico per ogni tipo di terreno e ogni differente utilizzo, anche la suola di una calzatura deve essere realizzata ad hoc per le diverse attività e esigenze dell’utilizzatore finale.

Ecco allora che è nato e si è sviluppato il progetto Michelin Technical Soles, frutto di una partnership transnazionale, con il cuore italiano per la progettazione, un’anima francese per la ricerca e sviluppo, una operatività nel far-east per la produzione e una distribuzione mondiale che vede oltre il 60 per cento del proprio mercato nel nord America.

Per lo sviluppo delle sue suole ad elevate prestazioni, Michelin ha infatti scelto di affidarsi nel 2004 all’esperienza ultraventennale di JV International, gruppo italiano con headquarters nei pressi di Como e centro di sviluppo e design a Verona, mentre in Cina, il quartier generale è a Hong Kong, a cui si aggiunge un sito produttivo e un centro R&D.

Il progetto che sta crescendo molto in fretta, con un giro d’affari che nel 2017 dovrebbe aver registrato un incremento di oltre il 40 per cento rispetto all’anno precedente, come afferma Ambrogio Merlo, ex amministratore delegato di Vibram e fondatore di JV International, oggi a capo di Michelin Technical Soles, precisando che il gruppo dedica il 15 per cento del fatturato alla divisione R&D e sviluppo prodotti.

«La forza del nostro progetto sta nella collaborazione virtuosa tra il nostro team dedicato allo sviluppo tecnico delle suole guidato da Trond Sonnergren ed il team R&D di Michelin Tires composto da oltre 6.000 ingegneri e ricercatori ubicati nelle sedi di tutto il mondo. Un confronto che unisce la competenza Michelin di ciò che succede nel “contatto al suolo” con le expertise del brand partner, in un reciproco e continuo scambio di test e contributi» sottolinea ancora Merlo.

Obiettivi 2018? «Ampliare la divisione commerciale di Verona attraverso l’inserimento di nuove figure, continuare l’espansione in nuovi segmenti di mercato e incrementare la partnership con aziende leader, comunicando sempre di più la nostra unicità al consumatore finale», precisa il gruppo.