Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Un nuovo indice di Borsa per i top brands

Aiuterà gli investitori a monitorare le performance delle società più rappresentative del made in Italy.

di Redazione |

Parte lunedì 18 dicembre il nuovo indice FTSE Italia Brands di Borsa Italiana dedicato alle 22 società quotate più rappresentative del made in Italy di qualità. I brand fanno già parte della vetrina Italian Listed Brands istituita lo scorso ottobre da Borsa Italiana per promuovere i migliori brand italiani per creatività, eccellenza, intuito imprenditoriale e innovazione. E per venire incontro alle esigenze di quegli investitori che desiderano investire sulle società che incarnano il meglio del made in Italy.

«Borsa Italiana continua a promuovere la creatività e i brand eccellenti italiani quotati e la nostra vetrina Italian Listed Brands lanciata recentemente ne è una dimostrazione. L’indice FTSE Italia Brands creato da FTSE Russell aiuterà gli investitori istituzionali e retail a monitorare le performance di queste importanti società», ha commentato Raffaele Jerusalmi, Amministratore Delegato di Borsa Italiana.

Non solo moda e retail. Le società selezionate che fanno parte dell'indice operano anche nel settore automotive, travel, foods& beverage. Nel complesso, dal 2000 hanno raccolto 13 miliardi di euro tra Ipo e ulteriori operazioni sul capitale. Con una capitalizzazione complessiva di 108 miliardi di euro, rappresentano il 17 per cento della capitalizzzione totale di piazza Affari. 

I titoli inclusi nel FTSE Italia Brands Index sono:
Autogrill,
Brembo,
Brunello Cucinelli,
Campari,
Damiani,
De’Longhi,
Ferrari NV,
Fiat Chrysler Automobiles NV,
Fila,
Geox,
Luxottica Group,
Moncler,
OVS,
Piaggio & C.,
Pininfarina,
Piquardo,
Pirelli & C.,
Safilo Group,
Salvatore Ferragamo,
Technogym,
Tod’s,
Yoox Net-A-Porter Group 

Oltre alle metriche tradizionali per la scelta dei titoli sono stati presi in considerazione i principali asset intangibili, quali la percezione del brand tra la propria base di clienti e il posizionamento distintivo rispetto ai propri competitor. I pesi delle società che compongono il nuovo indice - precisa una nota di Borsa Italiana - saranno fissati secondo i requisiti UCITS con revisione trimestrale dei costituenti, secondo le regole di FTSE Russell.