Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Nuova coppia di creativi per Twinset

Il fondo Carlyle ha deciso di puntare su Lara Davies e Bill Shapiro. E di debuttare nella moda maschile.

di Redazione |

UN TANDEM DI CREATIVI PER IL RILANCIO - Un tempo a occuparsi della direzione creativa di Twin-Set era Simona Barbieri, la fondatrice del brand nato a Carpi, in provincia di Modena, nel 1990. Dopo la definitiva uscita di Simona Barbieri dalla società, la scorsa primavera, la creatività è stata ora affidata a un tandem di stilisti: Lara Davies, che in passato ha lavorato per Chloé, e Bill Shapiro, con esperienze in Moschino, di cui è stato direttore del menswear. La decisone verrà presto ufficializzata dal fondo Carlyle, a cui fa ormai capo l’intero capitale del brand. Nel 2012 il fondo aveva rilevato una quota del 70 per cento della società, salita poi nel 2015 al 90 per cento e qualche mese fa al 100 per cento.

NUOVO NOME E IL DEBUTTO NELLA MODA MASCHILE - Ora che possiede l'intero controllo del capiale e totale libertà d'azione, Carlyle ha deciso di aprire uun nuovo capitolo per il rilancio del brand, che nel 2016 aveva realizzato un fatturato di 243 milioni. Oltre alla nomina dei due creatiti, ha infatti deciso di sostituire la vecchia denominazione Twin-Set Simona Barbieri abbreviandola in un'unica parola Twinset e ribattezzando la linea principale Twinset Milano, andando così a sottolineare l'italianità del prodotto. Altra novità il debutto nella moda maschile con la prima collezione autunno inverno 2017-18 che sarà realizzata con il marchio giovane del gruppo, My Twin. Una notizia che deve ancora essere ufficializzata ma che è stata anticipata sul sito del gruppo. 

SPINGERE SULL'EXPORT - «Twinset rappresenta un investimento chiave nel settore della moda ed abbigliamento a livello europeo, unitamente a Golden Goose Deluxe Brand e Hunkemoller, che seguono il precedente investimento in Moncler», aveva commentato il fondo in una nota annunciando lo scorso aprile di aver rilevato la restante quota del 10 per cento da Simona Barbieri, e impegnandosi a «incrementare ulteriormente il valore del brand e la gamma di prodotti, oltre a rafforzare la presenza a livello globale, grazie all’elevata competenza e al radicato network internazionale di Carlyle». Il 60 per cento del fatturato di Twinset viene ancora dall’Italia e l’obiettivo è incrementare l’export, che l’anno scorso è salito di oltre il 10 per cento grazie anche al buon andamento delle vendite online, balzate in avanti del 21 per cento nel 2016.

Simona Barbieri intanto ha rilevato dalla famiglia Rusconi, insieme al marito Tiziano Sgarbi, l’edificio di corso Como a Milano, sede del concept store 10 Corso Como.