Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Finale green per Milano XL

Gli Oscar della moda sostenibile al centro dell'evento al Teatro alla Scala che conclude la super settimana della moda.  

di Redazione |

L’innegabile consapevolezza che il fashion system è il secondo settore al mondo più inquinante dopo quello petrolifero ha spinto il comparto verso una maggiore attenzione ai temi della sostenibilità, abbracciati ormai da un numero crescente di brand e stilisti. Una sensibilità che ha coinvolto anche il nostro paese, che ha voluto istituire gli Oscar della moda sostenibile, i Green Carpet Fashion Awards.

Il Teatro alla Scala di Milano sarà il palcoscenico d’eccezione dell’evento, che si svolgerà domenica 24 settembre, a conclusione di un’intensa super settimana della moda in formato XL, nata dall’accorpamento, per la prima volta, di sfilate e saloni. Per l’occasione anche Piazza della Scala diventerà green e si trasformerà in un giardino ricoperto da un enorme tappeto verde di Econyl composto da bottiglie di plastica riciclate creato da Aquafil.

Alessandro Cattelan condurrà la serata, che sarà costellata dalla presenza di personaggi del mondo della moda e del cinema chiamati a consegnare gli 11 riconoscimenti. Il premio è una statuetta prodotta dal gioielliere di lusso Chopard, realizzata in oro etico estratto in modo responsabile e certificato Fairmined.

Tra i premiati anche la super top e attivista brasiliana Gisele Bündchen (nella foto), vincitrice dell'Eco Laureate Award in partnership con Vogue Italia, e reduce, in qualità di ambasciatrice delle Nazioni Unite per la tutela dell’ambiente, dal recente vertice Global Pact for the Environment al Palazzo di vetro a New York. «Il suo lavoro, in particolare per la preservazione del bioma amazzonico nel suo paese d'origine - recitano le motivazioni del premio - ha aiutato a cambiare il dibattito culturale sull'argomento in tutto il globo».

Oltre ai Green Carpet Fashion Awards veri e propri, che premieranno i produttori italiani che difendono i valori di coesione, giustizia sociale, artigianato tradizionale, gestione responsabile della filiera, nonché innovazione e trasformazione tecnologica, la serata prevede il Green Carpet Challenge, con i look eco creati dalle case di moda e la CNMI Green Carpet Talent Competition, dove sarà premiato uno stilista emergente con il riconoscimento del Franca Sozzani GCC Award for Best Emergine Designer.

Il progetto ha visto il sostegno di Carlo Capasa (Presidente CNMI), Livia Firth (Fondatrice e Direttore Creativo di Eco-Age e moglie dell’attore Colin Firth), del sottosegretario del Ministero allo Sviluppo Economico Ivan Scalfarotto e dell'assessore milanese Cristina Tajani.