Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Coach rileva Kate Spade

Il gruppo americano investe 2,4 miliardi di dollari per rilevare il brand newyorkese di abbigliamento e accessori.

di Redazione |

I giochi sono fatti. Coach ha acquistato per 2,4 miliardi di dollari il brand Kate Spade. L’accordo è stato approvato all’unanimità dai board di entrambi i gruppi americani e sarà portato a termine nel terzo trimestre dell’anno. Gli azionisti di Kate Spade riceveranno un prezzo di 18,50 dollari per azione, un prezzo che prevede un premio del 27,5 per cento rispetto alle quotazioni di chiusura del 27 dicembre 2016 (il titolo è quotato a New York).

Kate Spade è in vendita da qualche tempo e tra i pretendenti si era parlato anche di Michel Kors oltre a Coach. Il brand ha chiuso il primo trimestre con una contrazione dei ricavi del 2,4 per cento rispetto all’analogo periodo di un anno prima, un calo che sale però all’8 per cento se si escludono le vendite online. Si tratta della prima contrazione dei ricavi dopo 25 trimestri consecutivi in crescita. Coach ha invece chiuso il primo trimestre con conti in crescita e superiori alle attese. 

«Kate Spade ha un posizionamento veramente unico e ben differenziato con un vasto assortimento e una forte notorietà del brand tra i consumatori, soprattutto i millennials. Con questa acquisizione – ha spiegato Luis, Ceo di Coach, in una nota ufficiale – vogliamo creare la prima casa di moda con base a New York a cui fanno riferimento brand moderni di luxury lifestyle. Inoltre, crediamo che l’estesa esperienza di Coach nel retail a livello globale e nella costruzione di brand sui mercati internazionali possa sbloccare il potenziale di crescita, non ancora del tutto sfruttato, di Kate Spade».

«Unirci al portfolio di brand globali di Coach massimizzerà il valore per i nostri azionisti e metterà Kate Spade in una posizione di successo di lungo termine portando a termine la trasformazione in corso verso un brand di lifesyle potente, globale e multi-channel», ha ribattuto Craig Leavitt, Ceo di Kate Spade.

Per Coach si tratta di un importante passo verso la costruzione di un impero del lusso americano, una sorta di holding sul modello francese di Lvmh o Kering. Nel 2015 aveva rilevato il brand di calzature Stuart Weitzman. Due anni dopo ha portato a termine l'acquisizione di Kate Spade. Il gruppo aveva già tentato lo scorso dicembre di dare la scalata a Burberry, approfittando di un momento di transizione del gruppo, ma l’operazione non fu mai concretizzata. La stampa aveva parlato nei giorni scorsi anche di un interesse di Coach per Jimmy Choo, il brand inglese di calzature di lusso messo in vendita da Jab Holding.