Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Moda e web, matrimonio sempre più solido

Lo dicono i conti di Zalando, Asos e Yoox. Gli analisti prevedono un mercato in espansione del 10 per cento l'anno.

di Daniela Braidi |

I numeri e le cronache raccontano di un’unione ben riuscita, sempre più forte e redditizia: quella che da qualche tempo il mondo della moda con il web. I dati dei maggiori retailer online sono tutti molto positivi e gli analisti vedono rosa. Qyelli di Citigroup, ad esempio, prevedono per le vendite online di moda una crescita del 10 per l’anno nei prossimi anni, grazie soprattutto all’evoluzione dell’internet mobile oltre che a pagamenti e opzioni di consegna sempre più sicuri.

Zalando, primo esercizio in utile per il big europeo. Il gruppo tedesco Zalando - che ha debuttato lo scorso primo ottobre alla Borsa di Francoforte raccogliendo 5,3 miliardi di euro (una delle maggiori Ipo dell’anno) - ha chiuso il 2014 con ricavi per 2,2 miliardi, in aumento del 26 per cento, più di quanto atteso dagli analisti e anche dalla società stessa. Solo in Germania le vendite sono aumentate del 17 per cento a 1,2 miliardi permettendo al gruppo di realizzare per la prima volta un utile operativo, pari a 82 milioni, mentre nel resto d’Europa i ricavi sono cresciuti del 37 per cento a 862 milioni di euro sebbene il conto economico sia ancora una perdita.

Nel complesso, comunque, il 2014 è il primo esercizio nella storia della società a chiudere con un utile operativo, pari a 62 milioni di euro, che si confronta con la perdita di 114 milioni del 2013. Il gruppo conta di realizzare nel 2015 un’ulteriore crescita dei ricavi tra il 20 e il 25 per cento.

Dopo i buoni risultati, alcuni azionisti, tra cui Morgan Stanley, Goldman Sachs e Credit Suisse, hanno messo in vendita il 7,3 per cento del capitale della società, che ha sede a Berlino, a un prezzo di 23,75 euro per azione, il 10,5 per cento in più rispetto al prezzo di collocamento di 21,50 euro. Il socio di maggioranza Kinnevik, Bestseller Handels e i fondatori Robert Gentz e David Schneider hanno invece confermato la permanenza nell’azionario allungando fino al 28 giugno il lock-up sui loro titoli (pari nel complesso al 64 per cento del captale).

Solo nel quarto trimestre del 2014 sono stati 600.000 i nuovi utenti attivi di Zalando per un totale di 14,7 milioni di clienti alla fine dello scorso anno e il 42 per cento di loro ha visitato il sito da uno smartphone o iPad: nel 2013 erano il 23 per cento.   

Asos, l'effetto cambi non ferma il retailer inglese. In forte accelerazione anche il maggiore retailer inglese di moda, Asos, che annovera tra i suoi clienti anche Michelle Obama e Kate Middelton. Nei tre mesi conclusi il 28 febbraio il gruppo ha visto le vendite salire del 19 per cento, più di quanto atteso dagli analisti, che in media avevano previsto un aumento del 15,5 per cento, e oltre il doppio rispetto all’incremento dell’8 per cento realizzato nel trimestre precedente. A spingere le vendite è stato soprattutto il mercato interno, con un incremento dei ricavi del 30 per cento, mentre la crescita all’estero è stata del 12 per cento. Proprio per limitare i danni da effetto cambio, il gruppo ha da poco avviato una politica di differenziazione geografica dei prezzi.

Yoox, 2014 brillante per il numero uno italiano. Conti da urlo anche per il gruppo italiano Yoox, che ha chiuso il 2014 con ricavi in aumento a 524,3 milioni, il 15 per cento in più rispetto al 2013. La società fondata e guidata da Federico Marchetti ha realizzato un utile netto di 13,8 milioni, in aumento del 9,4 per cento sull’esercizio precedente, mentre l’Ebitda è aumentato del 13,4 per cento a 48,8 milioni pari al 9,3 per cento dei ricavi (nel 2013 l’incidenza era del 9,5 per cento).

Per il 2015 il gruppo prevede un consolidamento della posizione. Il consensus degli analisti, condiviso dal management, si attesta su ricavi per 624 milioni con un ulteriore miglioramento del gross margin che dovrebbe tornare sui lvelli del 2013. Yoox è inoltre impegnata nel portare a termine partnership con nuovi brand.