Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

L'ora del machete

Fra un po' il governo sarà costretto a fare la questua nelle chiese e negli stadi.

di Giuseppe Turani |

Il governo degli spiccioli va per spiccioli. L’ultima trovata della politica italiana è quella delle microtasse. Tassa sulle bevande gasate, un soldino per i diesel, mezzo euro per una brioche. Viene in mente un vecchio film un cui dei rapinatori, dopo vari insuccessi, rapiscono il papa, chiedendo appunto un soldino, uno solo, a tutti i fedeli.

La verità è molto semplice. Siamo al limite. Non si può andare avanti così: dopo resterà solo la questa negli stadi e nelle chiese.

In sostanza, è giunta l’ora di prendere in mano il machete e tagliare un po’ di spesa pubblica.

Tanto per dare un segnale di discontinuità, e fare cassa, si potrebbero abolire sia reddito di cittadinanza che quota 100, due autentiche bestialità del precedente governo, che nemmeno funzionano e che si prestano a abusi di ogni genere: con il reddito di cittadinanza un’aspirante cantante di scarsa qualità si è incisa un disco. Il che non significa che i più bisognosi vadano abbandonati a se stessi: c’era l’Ape, basta finanziarla bene e renderla stabile.

Il nostro welfare, fin che possiamo, va difeso e potenziato. Ma per riuscirci bisogna non buttare i soldi in sciocchezze malfatte come quota 100 e reddito di cittadinanza.

Fatti questi due primi grossi tagli, poi bisogna affrontare il, nodo regioni, dove si annida molta spesa inutile e la peggiore classe politica mai vista sulla terra, una sorta di Cayenna della politica. Malagodi, giustamente, non le voleva. Ma ha perso la sua battaglia. I risultati, però, gli hanno dato ragione. È ora di riaprire quel dossier e di stroncare sul nascere la velleità dei “Governatori” (si fanno chiamare così, all’americana, ma del tutto abusivamente), che vorrebbero fare di ogni regione un piccolo Stato quasi indipendente.

E bisogna chiudere con insensatezze come Alitalia: perde, da sempre, mezzo milione al giorno. Si blocchino i voli con telegramma. Se non basta, si mandino i carabinieri a mettere i sigilli agli aerei, ma basta con questo scandalo. In via straordinaria si decreti che nessun dirigente di alto livello avrà diritto alla liquidazione: escono come sono entrati. E ringrazino che lo Stato non fa loro causa per danni erariali.

Sono tutte cose alla portata persino di un governo Conte bis.