Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

L'attesa

Un governo per aspettare la fine dei populismi.

di Giuseppe Turani |

Governo leggero. Con qualche cretinata, tipo i ticket in base al reddito (allora multe in base alla cilindrata, pane in base al peso, e così via). D’altra parte, si era già spiegato giorni fa che questo governo ha uno solo scopo reale: galleggiare e esistere in attesa che i vari populismi si sgonfino a spariscano dalla scena politica.

Il problema è che comunque manda dei segnali. E il più importante è che non è cambiato quasi niente: si continua a fare debiti. Poiché nei prossimi anni la crescita italiana sarà quasi inesistente, è facile prevedere che si continuerà a sforare e fare a fare debiti. Si arriverà al 140 per cento del Pil e forse si andrà anche oltre.

In sostanza, quel poco che di buono si fa viene comunque scaricato sulle spalle delle generazioni successive. Non va bene.

L’unica cosa buona è che Salvini sembra che si stia sgonfiando davvero. Appare in quelle sue finestrelle su Fb, con un look sempre più da rapinatore mongolo (baffoni e barba lunga), spara le sue scemenze, nei paesini spesso gli tirano pomodori, e deve darsela a gambe, metà Italia non lo vuole nemmeno vedere. Insomma, è nella parabola discendente, e questo va bene.

Di Maio, l’altro che deve sparire, si aggira con la sua perenne aria ilare, felice come una pasqua di avere uno stipendio, tanti bei completini blu e una fidanzata (vera o finta non importa). Ma si sa che alle prossime elezioni (che prima o poi ci saranno) farà la fine del topo. Per ora minaccia multe e altro nei confronti di chi (e sono tanti) se ne vuole fuggire dalla sua squadra. È uno sconfitto che fa finta di essere un vincente. Ma che comunque non rinuncia a certe sue scemenze tradizionali: opposizione ai grandi lavori (ma perché?) e complicazioni inutili (i rider sono furibondi con lui).

Tutto questo agitarsi inutile non porta a alcuna spinta alla crescita. Anzi. Ma oggi va così, governo leggero e di attesa.

Speriamo in un’attesa breve.