Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

La flat tax che mai si vedrà

Non ci sono i soldi e inoltre è in conflitto con il reddito di cittadinanza. Non se ne farà nulla.

di Giuseppe Turani |

Va di moda prendere un po’ in giro il ministro dell’economia, Giovanni Tria, perché continua a parlare di flat tax progressiva, cosa che sembra un controsenso. Ma non è così. Ha ragione Tria.

La flat tax, veloce e spiccia, come la vorrebbe Salvini, in base alla Costituzione non si può fare, né oggi né mai: le imposte devono essere progressive. Su questo non si discute.

L’Istituto Bruno Leoni, che ha lavorato a lungo sul progetto di flat tax, sostiene che si può rispettare la Costituzione, modulando opportunamente le varie agevolazioni sociali. In sostanza, imposta sul reddito piatta, ma agevolazioni fiscali progressive. In questo modo la Costituzione viene rispettata.

Tutto questo, però, richiede un imponente lavoro di revisione del nostro sistema fiscale e dei nostri vari interventi di agevolazione fiscale. L’Istituto Leoni aveva previsto un lavoro della durata di cinque anni per andare a regime.

Ma adesso si presenta un’altra complicazione, e non da poco. I 5 stelle insistono nel volere il loro reddito di cittadinanza, per il quale i soldi non esistono.

Tria ha avuto una pensata (sulla quale però sta ancora riflettendo): aboliamo tutte le agevolazioni sociali, e il totale dei soldi lo trasformiamo in “reddito di cittadinanza”: non sarà proprio tutto quello che voleva Di Maio (11 milioni di redditi di cittadinanza, nemmeno in cartolina, direbbe Salvini), ma sarebbe già qualcosa.

Solo che il reddito di cittadinanza, a sua volta è una cosa piatta (780 euro a tutti). Quindi flat tax e reddito di cittadinanza uguale per tutti non sono compatibili: lo vieta la Costituzione.

C’è da farsi venire il mal di testa. E infatti Tria sta nominando commissioni su commissioni di studio. Probabilmente spera di andarsene prima che abbiano finito i loro lavori.

Per ora, comunque, siamo nel ginepraio. Nessuno ci capisce più niente. E nessuno farà niente.

Flat tax e reddito di cittadinanza rischiano di trasformarsi in due attese infinite, mari che mai navigheremo e ragazze che mai conosceremo.