Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Mezz'ora di niente

Dotta discussione sui vitalizi da abolire, ma che sono già stati aboliti.

di G.T. |

Ormai non è nemmeno più il caso di arrabbiarsi, si vive in un mondo dell’informazione bislacco. A mezz’ora dell’Annunziata, ieri, appare il presidente dell’Inps, Tito Boeri, e i due discutono amabilmente dell’iniziativa del neo-presidente della Camera, il grillino Fico per l’abolizione dei vitalizi ai parlamentari. Ingiusto e assurdo privilegio della Kasta.

Nessuno dei due si sogna di dire che i suddetti vitalizi intorno ai quali menano il torrone per più di trenta minuti, sono già stati aboliti, addirittura da Mario Monti. Insomma, forse Fico ci salverà, anche se ha già fatto tutto Monti. Naturalmente Boeri spiega che i risparmi che si otterrebbero abolendo i vitalizi (già aboliti, ne rimangono in essere 2600 pre-Monti) si otterrebbero grossi risparmi. Non si spiega che la spesa per questi vitalizi residui è pari allo 0,0005 per cento della spesa pensionistica italiana: siamo vicini al niente, ma i due vanno avanti come se Fico avesse preso in mano il destino dell’Italia.

E non dicono nemmeno che Fico pensa di trasformare questi vitalizi con il sistema contributivo attraverso un provvedimento amministrativo, cosa che provocherà 2600 ricorsi, cioè un’immensa perdita di tempo, per una cifra che fa onestamente ridere.

Ma così va di questi tempi: si parla del niente, facendo finta che sia decisivo.