Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Berlusconi in manovra

L'amico Confalonieri rilancia il Nazareno 2. Per conto di mister B. (Confalonieri con Daria Bignardi e Luca Sofri)

di Giuseppe Turani |

In questi giorni stanno facendo rumore diverse interviste di Fedele Confalonieri (il più stretto amico di Berlusconi), nelle quali si spiega che mister B. dovrebbe riprendere in mano il partito e avviarsi verso un secondo patto del Nazareno per contrastare i 5 stelle. Domanda: ma Confalonieri non aveva niente da fare quel giorno lì? Perché ha perso qualche ora a rispondere a dei giornalisti, lui che di mestiere fa il presidente di Mediaset?

Non ho elementi diretti per rispondere, ma conoscendo molto bene tutti e due, avanzo una semplice ipotesi: stanno facendo, come sempre, un gioco di squadra. Nel senso che Confalonieri ha fatto la sua uscita e poi i due stanno a vedere che effetto fa. Insomma, le interviste di Confalonieri sono una specie di sondaggio.

Il che significa che mister B. (che intanto sta ripulendo il suo staff dagli inutili e dannosi) sta seriamente pensando che quella del  Nazareno 2 possa essere una scelta interessante.

A riprova di quanto appena affermato, ricordo che mai, mai, in tutti questi anni, si è visto Confalonieri lontano o addirittura contro Berlusconi. E’ vero che quest’ultimo alla fine fa sempre quello che vuole. Ma è anche vero che Confalonieri non si sveglia una mattina esclamando: “Ma che bello, facciamo un altro Nazareno, aspetta che chiamo un po’ di giornalisti”.

Confalonieri è stato, per la verità, contrario alla famosa discesa in campo di Berlusconi (pensava soprattutto all’azienda), ma è anche vero che, una volta realizzata la discesa, è sempre stato al fianco del suo amico. Nemmeno con il pensiero gli è andato contro.

E quindi, se fossi Meloni o Salvini, comincerei a preoccuparmi: gli otto giorni stanno per arrivare.

E anche beppecrillo un po’ deve agitarsi on mezzo alla sua banda di perdigiorno: aveva dato per scomparso mister B., e quindi caccia libera all’elettore di destra, ma forse la storia non è finita.

Il secondo round comincia ora.