Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Pubblicità

Dove va il Corriere

Per ora finirà tutto nella Newco di Bonomi e soci, ma si tratta di un parcheggio. (Andrea Bonomi)

di Giuseppe Turani |

Dove va adesso Rcs e, in generale, che accadrà della stampa italiana?

Alla prima domanda per il momento è facile rispondere: la Rcs andrà nella Newco costituita per rilevarla da Andrea Bonomi e dagli altri soci eccellenti. La Newco fa un’offerta cash, contanti, per tutte le azioni Rcs. E appare difficile che Cairo possa eguagliare un’offerta del genere.

Alla fine dell’operazione, quindi la Newco avrà in mano, presumibilmente, il 100 per cento della Rcs. Che cosa se ne fa? L’ipotesi più probabile che è che facciano qualche opera di razionalizzazione (riduzione dei costi) per riportarla poi sul mercato, magari guadagnandoci pure qualche soldo.

Come è possibile che cerchino di aggregare intorno al Corriere qualche altro giornale importante (lo ha appena fatto Repubblica con la Stampa). Da anni, ad esempio, si parla di una possibile integrazione Corriere-Sole24 ore (che non credo attuale). Ma ci possono essere altre soluzioni.

In fondo per gli editori, non solo italiani, questo è il momento delle concentrazioni e dei risparmi. E quindi cose che oggi sembrano impossibili possono invece diventare reali nel giro di qualche mese.

Senza trascurare il fatto che Andrea Bonomi, che sarà il maggior azionista nella Newco, è molto internazionale. Quindi non si può nemmeno escludere un’alleanza con qualche giornale (o gruppo editoriale) straniero.

Chi invece rimane al palo mi sembra Urbano Cairo. Ha fatto un tentativo molto intelligente, ma il Corriere è in quell’area dove valgono ancora le parole di Cuccia: le azioni si pesano e non si contano. Lui è stato pesato, ma non è andato bene.

E in giro di grandi quotidiani (se era questo che voleva) non ce ne sono più. Repubblica e Stampa sono ben accasati, il Corriere anche. E non credo che Caltagirone voglia disfarsi del Messaggero.

Il panorama dei giornali, Corriere a parte (dove qualcosa può ancora accadere) mi sembra ormai definito e stabile. Qualcuno ha suggerito a Cairo, di lanciare un’OPA sul Fatto, ma era una battuta. Magari gli riesce. Non è il Corriere, ma per cominciare…