Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Hi-tech, le 10 italiane più dinamiche

Sono entrate per la prima volta nella classifica delle 500 società tecnologiche a maggiore crescita (Deloitte). 

di Redazione |

Dieci aziende italiane entrano per la prima volta nella classifica Fast500 di Deloitte, ossia tra le 500 società hi-tech europee che negli ultimi 4 anni hanno registrato il più alto tasso di crescita dei ricavi. Un passo avanti importante ma certo non sufficiente a metterci alla pari con gli altri paesi europei: la Francia si trova al primo posto con ben 94 aziende e il Regno Unito è presente con 70 società. 

«Gli anni bui sembrano alle spalle e qualche progresso lo stiamo facendo se si considera che tra il 2005 e il 2009 nemmeno un'azienda italiana era presente tra le 500 aziende a maggiore crescita», ha spiegato Alberto Donato, partner Deloitte, presentando la sedicesima edizione della Technology Fast 500 Emea, la classifica delle società più dinamiche nel settore tecnologico in 28 paesi dell'area Emea. L'Italia quest'anno è al dodicesimo posto, salita di un gradino rispetto all’anno scorso, ma resta dietro a paesi come Polonia (15 aziende), Turchia (21) e Israele (27).

Ma chi sono le dieci società entrate nella classifica? «Le dieci aziende italiane che rientrano nella classifica Fast500 - ha aggiunto 
Alberto Donato -  sono la conferma che il nostro Paese è in grado di competere in un contesto internazionale caratterizzato da una forte tendenza a innovare. Sono società che provengono dal settore digitale e questo può essere anche considerato un plus, perché nel digitale ci vuole creatività, e la creatività è una caratteristica tutta italiana».

La prima della lista è Beintoo (mobile data company), che si colloca al 45esimo posto tra le 500 società, seguita da Marketing Arena (digital marketing) al 90esimo posto e Caffeina (digital creative agency) al 92esimo. Le altre società italiani presenti in classifica sono Afinna One, FiloBlu, MotorK Italia, Sardex, EiS, 01s e Crestoptics.