Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Zalando cresce meno delle attese

Nel quarto trimestre le vendite superano però per la prima volta quota un miliardo.

di Redazione |

Sono salite, ma meno delle attese degli analisti, le vendite di Zalando nel quarto trimestre 2016. Nel periodo ottobre-dicembre che comprende le vendite natalizie, il più grande fashion retailer d’Europa ha totalizzato ricavi per 1,09 miliardi, in crescita del 25-26 per cento rispetto all’analogo trimestre 2015, superando per la prima volta il miliardo di euro di ricavi. Nel terzo trimestre la crescita dei ricavi era stata del 17 per cento. I dati definitivi saranno comunicati il primo marzo.

La cifra è però inferiore alle attese degli analisti che si aspettavano un incremento a 1,14 miliardi. Sotto le attese anche l’utile operativo che si è attestato a 81 milioni contro i 93 milioni previsti dal mercato. Delusione aggravata dal fatto che le rivali Asos e Boohoo hanno invece annunciati ricavi sopra le aspettative per l’ultima parte del 2016. Asos sta per inaugurare un nuovo hub nei pressi di Berlino per sostenere vendite che, come ha precisato il gruppo inglese, si attende quest’anno una crescita delle vendite di un terzo rispetto al 2016.  

Il Ceo del gruppo, Rubin Ritter, ha confermato l’obiettivo di una crescita dei ricavi nel medio termine del 20-25 per cento l’anno. Gli analisti prevedono che ne 2016   Zalando raggiunga un fatturato record di 3,6 miliardi, cifra che il gruppo dovrebe raddoppiare a 6,7 miliardi nel 2019. Continueremo a sostenere la crescita e ad effettuare ulteriori investimenti per migliorare l’esperienza dei consumatori, fa sapere il gruppo tedesco, precisando che entro l’anno realizzerà un nuovo centro di distribuzione in Svezia per rendere più veloci le consegne nelle regioni nordiche da cui nei prossimi anni conta di realizzare 1 miliardi di ricavi.

La rapidità della consegna è infatti ormai diventata una variabile imprescindibile per i retailer online specie dopo che Amazon ha lanciato il suo servizio Prime Now con il quale in alcune città europee riesce a garantire recapiti veloci, anche entro un’ora dall’ordine.

Con il nuovo hub in Svezia Zalando conta di tagliare il tempo standard di consegna a 1-2 giorni, contro i 2-5 giorni attuali battendo perfino la catena H&M, che sul mercato domestico ha un tempo di consegna di 3-5 giorni (ma in Germania offre un servizio di recapito il giorno successivo al costo di 7,99 euro). Il nuovo centro va ad aggiungersi ai 4 mega siti logistici attivi in Germania e a quello satellite vicino a Milano. Altri due centri sono in costruzione in Francia e in Polonia e saranno anch’essi operativi entro la fine dell’anno.