Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Philipp Plein va di corsa

Il brand tedesco sbarca a Milano con due nuove location e debutta nel mondo dell'activewear di lusso con il marchio Plein Sport.   

di Redazione |

In foto Philipp Plein Spring/Summer 2016 Collection

Non passa inosservato lo sbarco di Philipp Plein a Milano. Il gruppo tedesco guidato dal giovane creativo ha aperto uno showroom di sette piani in via dei Giardini, tra Brera e il quadrilatero della moda, di cui l’ultimo dedicato a bar e ristorante, e a dicembre inaugurerà un department store di tre piani in Corso Venezia, tutto all’insegna della filosofia del gruppo “born to be different”.

Dopo avere lo scorso maggio rilevato la maggioranza del brand Billionaire Couture da Flavio Briatore (con l’obiettivo di raddoppiare nei prossimi cinque anni i punti vendita), il gruppo ha lanciato in questo giorni Plein Sport, nuovo brand di activewear di lusso, a cui saranno dedicati 50 negozi nei prossimi due anni. I primi ad aprire, a fine anno, saranno proprio quello di Milano oltre a Parigi e Amsterdam. L’obiettivo è di allestirli come fossero una palestra e per anticipare il format, da qualche giorno in via dei Giardini è stata allestita una vetrina su strada con tre manichini automatizzati che simulano una corsa, naturalmente vestiti con abbigliamento targato Plein Sport.

Come ha precisato lo stesso stilista, “sarà una linea a metà strada tra un prodotto di diffusione e le proposte sportive dei marchi più esclusivi”, senza quindi "entrare in concorrenza con Nike o Adidas". Un posizionamento, spiega Plein, nato dall’osservazione che “tra Nike e le sneaker di Valentino non c’è nulla in mezzo, mentre c’è una fortissima domanda da parte del mercato”. Che infatti pare abbia reagito con successo se come afferma lo stilista in pochi giorni sono stati firmati ordini per un milione di euro a fronte dell’obiettivo di raggiungere un fatturato annuo di 35 milioni che andrà a sommarsi ai 200 milioni di giro d’affari realizzato dal brand (+11 per cento). L’intento è di fare di Plein Sport una linea autonoma a sé stante, non una seconda linea o una versione più economica del marchio primario.

Lo sport è solo l’ultima scommessa. Con oltre 80 store in tutti il mondo, Philipp Plein è in forte espansione. La scorsa primavera ha inaugurato lo showroom di Piazza di Spagna a Roma e entro l’anno saranno aperti quelli di Istanbul e Londra. Tutto in pochi anni di attività se si pensa che il marchio ha sfilato per la prima volta a Milano nel 2010.