Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Angeli senza bikini

Svolta storica per Victoria's Secret. Il celebre brand di lingerie dice addio ai costumi e punta sullo sport.

di Daniela Braidi |

Basta costumi, scatta l’ora di tute e body per l’allenamento. Svolta storica per Victoria’s Secret che ha deciso nel 2016 di dare l’addio alla divisione beachwear e ampliare quella relativa agli articoli per lo sport. Per ora si tratta di un’indiscrezione lanciata da BuzzFeed e ripresa dai siti di tutto il mondo. La notizia dovrebbe essere ufficializzata tra un mesetto e pare che avrà conseguenze anche sul fronte occupazionale con almeno duecento lavoratori che perderanno il posto di lavoro.

L’azienda non ha ancora confermato ma ha fatto sapere di voler portare avanti un cambiamento di business concentrandosi sull’attività core e sui prodotti con i maggiori margini di guadagno. In pratica, una convalida della notizia.

Per il più famoso brand di lingerie si tratta della fine di un’era. Dal 1994 gli Angeli di Victoria’s Secret, ossia le modelle più belle del mondo scelte come testimonial dal brand - da Gisele Bundchen a Adriana Lima, da Heide Klum a Alessandra Ambrosio – avevano sfilato sulle passerelle con costumi interi e due pezzi facendo sognare il pubblico. La collezione 2016 dovrebbe a questo punto essere l’ultima indossata dagli Angeli che dal prossimo anno sfileranno con leggins e magliette.


Oltre a lingerie e beauty, il gruppo pare infatti intenzionato ad ampliare la divisione abbigliamento sportivo e tempo libero - sempre declinato in una versione sexy e cool – con l’obiettivo di allargare la base della proprie clientela. Benessere e fitness sono infatti uno dei trend più forti di questi anni e non c’è da stupirsi che anche Victoria’s Secret abbia deciso di cavalcare il business.