Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Turbolenza a breve sui mercati

Si attendono le prime mosse di Trump in economia e le decisioni della Bce sul QE. 

di di Alberto Biolzi |

Il primo discorso di Donald Trump è apparso a molti osservatori piuttosto conciliante rispetto ai toni duri della campagna elettorale e questo ha rassicurato in parte gli investitori. Nel corso delle prossime settimane si avrà, tuttavia, una visione più chiara del team economico del neo Presidente, da cui si potranno trarre le conclusioni sulle prime mosse che la nuova amministrazione americana varerà il prossimo anno. Sebbene si sia aggiudicato anche il controllo di Camera e Senato, le divisioni in seno al Partito Repubblicano potranno rendere difficile l’implementazione di molte proposte elettorali radicali del neo Presidente, costringendolo a scendere a compromessi. Nel breve il mercato prezzerà, comunque, un rialzo delle aspettative di inflazione, con conseguente impatto negativo sull’obbligazionario governativo americano.

L’Europa, dal canto suo, dovrà tentare di arginare la turbolenza di breve, ma questo dipenderà dalle prossime mosse della Bce. In assenza di nuove misure di stimolo monetario o di allungamento/ampliamento del QE, gli investitori potrebbero continuare a far salire i rendimenti governativi. Molto importanti saranno i verbali dell’ultima riunione di politica monetaria della Bce per cercare di capire le divisioni in seno al Board. Sui Periferici, gli investitori tendono a mantenere un approccio prudente in vista del referendum costituzionale italiano del 4 dicembre.

Nell’azionario si dovrebbe continuare ad assistere a una rotazione settoriale che favorisce bancari, farmaceutici, assicurativi e penalizza real estate e utility, questi ultimi più negativamente sensibili al tema tassi. È probabile che gli attivi emergenti continuino a soffrire nel breve, con gli investitori pronti a capitalizzare i recenti guadagni.

Sul fronte macro, saranno pubblicati i dati del Pil del terzo trimestre in Germania, Eurozona e lo Zew tedesco. Negli Stati Uniti, invece, saranno diffusi: vendite al dettaglio, indice Empire, produzione industriale, Cpi, cantieri e permessi edili, indice manifatturiero Philly Fed. La Commissione Europea si esprimerà sulle leggi di bilancio degli Stati e potrebbe chiedere nuove misure a Spagna, Portogallo ed Italia.

*Alberto Biolzi è Responsabile Advisory di Cassa Lombarda