Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Microsoft diventa social con Linkedin

Con un esborso di 26,2 miliardi di dollari, per il colosso di Redmond si tratta della più grande acquisizione di sempre. 

di Daniela Braidi |

26,2 miliardi di dollari. E’ la cifra monstre che Microsoft metterà sul piatto per rilevare il 100 per cento di Linkedin, il social network dei professionisti che conta 400 milioni di iscritti. Al termine di una trattativa lampo, la società di Bill Gates ha valutato Linkedin 196 dollari per azione, con un premio del 50 per cento rispetto alla chiusura di Borsa di venerdì. Alla notizia le azioni Linkedin hanno fatto un balzo in Borsa del 47 per cento a 193 dollari per azione, avvicinandoci quindi al prezzo di acquisto proposto da Microsoft.

Per Microsoft si tratta della maggiore acquisizione di tutti i tempi, a conferma della strategia che vede il colosso di Redmond concentrato su software e sviluppo prodotti dopo aver messo da parte ogni velleità di fare concorrenza ad Apple con i telefonini dopo la rovinosa operazione di acquisizione di Nokia.

Dopo l’acquisizione - che è stata approvata all’unanimità dai board di entrambe le società e dovrebbe essere perfezionata entro la fine dell’anno previa approvazione da parte dell’assemblea di Linkedin e dalle competenti autorità - Linkedin manterrà il proprio brand e la propria indipendenza. Anche l’attuale amministratore delegato Jeff Weiner resterà al suo posto, ma dovrà riferire direttamente al numero uno di Microsoft, Satya Nadella.

Nonostante l’elevato numero di iscritti, negli ultimi mesi il social network sta attraversando una fase di debolezza al punto che l’ultimo trimestre del 2015 ha chiuso addirittura in perdita a fronte però di una crescita dei ricavi. Microsoft dovrà quindi farsi carico del rilancio del social legato al mondo professionale. “Insieme possiamo accelerare la crescita di Linkedin così come quella di Microsoft Office e Dynamics”, ha dichiarato Nadella in merito all’acquisizione.

Per gli analisti si tratta di un ottimo deal. L’acquisizione di Linkedin consentirà a Micorsoft di espandersi su piattaforme social e non avrà alcun impatto negativo sui conti. Anzi. La forza finanziaria del colosso di Redmond è tale che, secondo gli esperti, potrebbe tranquillamente anche effettuare altre operazioni, per esempio entrando nel cloud computing attraverso Salesforce.com.