Uomini&Business - Direttore Giuseppe Turani

Donne di potere

Angela Merkel è la donna più potente del mondo. Seguita da Hillary Clinton. Federica Mogherini nella top 20 della classifica Forbes.

di Daniela Braidi |

Federica Mogherini, 42 anni, è la 19esima donna più potente al mondo secondo la consueta classifica della rivista americana Forbes. Un riconoscimento che tiene conto del ruolo istituzionale che l’Alto rappresentante dell’Unione Europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza ha svolto in quest’ultimo anno, in particolare nel raggiungimento dello storico accordo sul programma nucleare iraniano.

Non a caso la Mogherini ha scalato ben 17 posizioni rispetto alla classifica 2015, quando occupava la 36esima posizione. Da tempo inoltre si parla di lei come uno dei possibili candidati alla guida dell'Onu quando a fine 2016 scadrà il mandato dell'attuale segretario generale Ban ki-moon. Prima di lui, ben sette uomini hanno avuto la leadership dell’Onu ed “è ora di cambiare” scriveva a inizio anno il New York Times sostenendo che i tempi sono ormai maturi per l’elezione di una donna alla guida delle Nazioni Unite. Tra le candidate – tra cui il direttore generale dell’Unesco Irina Bokova, il direttore del Fondo Monetario Internazionale Christine Lagarde, il presidente della Liberia Ellen Johnson Sirleaf, ecc… – si fa il nome anche della Mogherini, sebbene – si fa notare – di solito la presidenza dell’Onu vada a leader espressione di paesi strategicamente non eccessivamente rilevanti. Lady Pesc ha però finora dato prova di ottime doti diplomatiche e umane.  




Nell’elenco delle 100 donne più influenti del globo, il podio va ancora ad Angela Merkel, che per il sesto anno consecutivo siede ai vertici della classifica. La Cancelliera tedesca controlla la più importante economia d’Europa ed è anche quella ad avere maggiore influenza sull’Unione Europea. La Germania è inoltre la quinta maggiore economia al mondo ed è la più grande economia guidata da una donna. Fino ad ora.





La seconda posizione della classifica di Forbes è occupata da Hillary Clinton, ma probabilmente ancora per poco. Per la prima donna nella storia americana ad essere candidata alla presidenza degli Stati Uniti, il podio sarà infatti scontato nel caso di una sua prossima elezione alla guida degli States. Bisogna dire che il peso delle donne in politica si sta allargando. Nella classifica 2016 di Forbes compaiono ben 11 donne capo di Stato, un numero che è raddoppiato rispetto a dieci anni fa, oltre a due first lady e due donne che ricoprono incarichi ai vertici della diplomazia internazionale.  

Dopo la Merkel e la Clinton, in classifica si trovano infatti Park Geun-hye, presidente della Corea del Sud (12esima posizione), la first lady Michelle Obama(13esima), Tsai Ing-wen, presidente di Taiwan (17esima), Michelle Bachelet, presidente del Cile (18esima), Ruth Bader GinsburgElena Kagan e Sonia Sotomayor, giudici della Suprema Corte americana (23esima posizione), il premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi (26esima). C'è anche la Regina Elisabetta II (29esima), la più anziana tra le 100 donne più potenti del mondo.

Non solo politica. Il peso delle donne cresce anche negli affari e nell’hi-tech. La terza donna più potente del mondo è Janet Yellen, capo della Federal Reserve, prima donna a guidare la banca centrale americana. Alla sesta posizione c’è Christine Lagarde, autorevole direttore del Fondo Monetario Internazionale che tiene sotto osservazione l’economia di 188 paesi. Alla posizione numero 10 si trova invece Ana Botin, presidente del Banco Santander, il più importante gruppo finanziario spagnolo, e alla numero 16 Abigail Johnson, Ceo di Fidelity Investments. Posizione 31 per Adena Friedman, presidente del Nasdaq.

Anche la tecnologia si sta colorando di rosa. Per il quinto anno consecutivo, la top manager di Facebook, Sheryl Sandberg si conferma la donna più importante nel mondo hi-tech piazzandosi alla posizione numero 7, seguita da un numeroso drappello: il Ceo di YouTube Susan Wojcicki (ottava), il Ceo di Hp Meg Whitman (nona), il Ceo di IBM Virginia Rometty (11esima), il senior vice president di Apple Angela Ahrendts (15esima), il coCeo di Oracle Safra Catz (20esima) mentre è precipitata in classifica di 33 posizioni rispetto a un anno fa il Ceo di Yahoo Merissa Mayer (55esima) in seguito ai problemi finanziari del gruppo.

Oltre a Federica Mogherini, tra le 100 donne più potenti del mondo compaiono altre due italiane: la stilista Miuccia Prada (79esima) e la direttrice generale del Cern di Ginevra Fabiola Gianotti (84esima).